pag_nat_mainevent_titel1.jpg

100 candeline per il leggendario Greyhound, l’autobus svizzero delle montagne che dal 1906 trasporta con svizzera puntualità indifferentemente passeggeri e merci nei cantoni più sperduti dell’helvetia. Oggi, i tour operator promuovono un suggestivo itinerario fra il Ticino e i Grigioni a bordo dei caratteristici bus gialli. Con soste in ristoranti, alberghi, terme, rievocando il primo viaggio del 1° giugno del 1906, quando, sulla rotta Berna-Wohlen-Detligen, vennero introdotti tre veicoli Martini and Saurer per carichi postali con 14 posti passeggeri. Da quel momento, i collegamenti fra le città e gli angoli più sperduti del Paese si è sviluppata fino agli attuali 10k km tra cittadine, valli e passi alpini, in una cornice paesaggistica tra le più suggestive al mondo. Segni particolari delle vetture: colore giallo canarino e clacson che riproduce le tre note del Guglielmo Tell di Rossini.
Info: Ferrovie Svizzere, tel. 02.66.71.35.41).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.