orgia.jpg
Wow! Sul web trovi real video di bulli che se la prendono con un down, sexy ammucchiate “amatoriali”, folli corse in moto o auto videotestimoniate. Wow! Che novità è? Penserete voi. E invece una novità c’è: il mondo degli adulti dopo 15 anni di esistenza (da quando lo uso io, insomma) e un quinquennio di presenza mercificata nel nostro paese, ha scoperto Internet. Comunicato come scandaloso dall’allarmismo di giornali e le televisioni gestite e animate da impiegatini ammuffiti e demodè. Da volti noti marci dentro e santi fuori. E, come successe a tutti noi, anche loro hanno iniziato la loro navigata del bel mondo globale passando dal torbido. Dal porno. Dal vietato. Dal non dichiarato. Dal lato oscuro. E con questa scoperta improvvisamente si è scatenata la caccia all’uomo, al videoamatore, al cattivone.

Haya319.jpg

Tra i tanti, il famoso video della corsetta in serravalle con un bombardone giapponese non meglio identificato. Personalmente, dalla fine dello scorso millennio colleziono video di corse, gare, raduni clandestini e performance varie con camera bike o car. GetawayfromStockholm.com docet. Ne ho a decine di gb. Come chiunque. QUESTO, descritto dall’anonimo autore come “Una folle corsa dal casello di Genova Bolzaneto al casello di Serravalle Scrivia” non è nulla di che. Apprezzo molto l’abilità nell’impennare il ferro in ingresso di galleria a oltre 2cento orari malgrado la sede e l’orario decisamente poco indicato. Ma molti anni fa ho percorso lo stesso tratto, all’alba, su CBR 900RR con scarico aperto, centralina, cilindri, filtro e semislick ad andature ben peggiori. Con le pedivelle e le ginocchiere grattate a fine corsa. Da PASSEGGERO. E dopo il mitico porno amatoriale Forza Chiara del 2002, le imbattibili imprese anni novanta del solitario centauro nero sulla bretella di Parigi in sella a un GSX 1100R (a fine gara mandava i video alla questura, sfidando la gendarmerie, senza mai farsi prendere…mio eroe), i video di stupri collettivi in guerra, dalla Jugoslavia al medio oriente, gli snuff movie, le torture, i coprofili, i pedofili, i ciccioni e le piscione, gli zoofili e gli schifosi c’è ancora gente che si meraviglia per una corsetta in moto videodocumentata o per un pompino filmato col telefonino?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.