ahelnew106.jpg

Philip Andre Rourke Jr (Schenectady, New York, 16 settembre 1956).
Ruoli drammatici, di azione, thriller e soft-core. Inquieto, dannato, un James Dean capace di offendere grazie alla sua stazza e al suo passato da pugile professionista. Impomatato, impolverato detective sulle tracce di se stesso in Angel Heart…

B000053GYA.03.LZZZZZZZ.jpg

200608_165011_2_024.jpg

taciturno boxer picchiatello in Homeboy…

homeboy.jpg
sbevazzone perditempo in Barfly…

Barfly-Poster-C10043638.jpeg

barfly.jpg

barfly-film.gif

santo e fusto con orecchino nel tanto discusso Francesco.

6304810792.01._SS500_SCLZZZZZZZ_V1056622532_.jpg

Me lo ricordo io Rourke in questi bei film, di 15, 20 25 anni fa quando il cinema lo faceva davvero. Tutti lo associano quasi inconsapevolmente solo a Nove Settimane e Mezzo (“Baciarlo è come baciare un posacenere” disse la sua partner Kim Basinger) o ad Orchidea Selvaggia al fianco della sua futura compagna Carre Otis.

Calvin klein Carre Otis, Vanity Fair Aug 1991.jpg

Che un notte avrebbe aggredito a pugni, ponendo fine alla loro relazione…

rourke.jpg

Una carriera molto agitata, turbolenta come la sua vita privata, capace di grandi interpretazioni come Rusty il Selvaggio ma anche di pellicolacce da cassetta come Harley Davidson & Marlboro Man o Johnny il Bello. Un antieroe marginalizzato dal carattere ruvido e solitario, sempre presente nei ritagli-tappezzeria delle mie pubertali camerette, tra quelli di Samantha Fox e Niki Lauda.
Scrivo di lui per prendere le difese di quell’uomo segnato nel corpo dagli eccessi malcuciti dal bisturi, recentemente apparso come ospite sulle nostre televisioni (mirabile il breve incontro con Gene Gnocchi a Quelli che il calcio nel quale alla domanda del romagnolo “Mickey, stasera mi presti gli occhiali?”, ha chiuso la faccenda con un perentorio “Kiss my ass”). Mickey Rourke è una delle poche star assolutamente pure e coerenti.

rourke1od.jpg

Marcio nella vita, ancor più che sullo schermo. Imbruttito dai vizi di una vita vissuta pericolosamente. In una casa barocca recentemente apparsa sulle più belle riviste patinate di arredamento. Una taglia sulla testa firmata dagli Hell’s Angels (Rourke è da sempre un convinto HD rider ma in un’occasione scazzò con la famosa band criminale di motociclisti), indagato per l’omicidio di Tupac e perfino coinvolto negli affari del compianto John Gotti.

John_Gotti.jpg

Se Gotti portava rispetto per Rourke, Gene Gnocchi sarebbe il caso che facesse lo stesso.

Primi passi nella vita
Nato nel 1956 (ma alcuni dicono nel 1950…) da una famiglia di cattolici irlandesi nello Stato di New York, cresce nei sobborghi di Miami, nel quartiere afro-americano di Liberty City. Ha una sorella più giovane, Patty, un fratellastro, Joey, e 6 fratelli acquisiti, come risultato del divorzio dei suoi genitori e del nuovo matrimonio di sua madre.

mickey_rourke.jpgmickeyshower.jpg
Frequenta la Miami Beach Senior High School, ma soprattutto la famosa palestra per pugili della Quinta Strada di Miami Beach che grazie alla sua intensa attività amatoriale gli procurerà 20 incontri vinti (17 K.O.) e 4 incontri persi.

Immagine anteprima YouTube

Poi studia recitazione nel Lee Strasberg Institute (dove ha studiato la recitazione metodica con gli stessi professori che formarono attori del calibro di Robert De Niro – Con lui in Angel Heart- e Christopher Walken – Home Boy).

Angel Heart - The dark prince (200w).jpgchrisandrourke.JPG

Da Wikipedia:
Primi passi nel cinema
Il debutto di Mickey Rourke è stato un piccolo ruolo nel film di Steven Spielberg 1941: Allarme a Hollywood (1941) (1979), ma è la sua interpretazione del piromane nel film Brivido caldo (Body Heat) (1980) ad attirare molta attenzione nonostante sia una breve apparizione. Nei primi anni ’80, appare nel cult movie A cena con gli amici (Diner), che aveva nel cast anche Paul Reiser, Daniel Stern, Steve Guttenberg e Kevin Bacon. Film diretto da Barry Levinson con molti attori che diventeranno stelle di Hollywood. Subito dopo Rourke recita nel seguito de I ragazzi della 56ma strada (The Outsiders) di Francis Ford Coppola nella parte dell’enigmatico fratello maggiore di Matt Dillon nella storia sulle problematiche giovanili Rusty il selvaggio (Rumble Fish) (1983). Il complesso ruolo del fratello del personaggio interpretato da Matt Dillon lo rivelò al grande pubblico, in un film che vedeva la presenza di talenti come Dennis Hopper, Diane Lane, Nicolas Cage, Chris Penn, Laurence Fishburne e Tom Waits.

L’ascesa
La performance di Rourke nel film Il papa del Greenwich Village (The Pope of Greenwich Village) assieme a Darryl Hannah e Eric Roberts richiama l’attenzione dei critici. Mentre il film è un flop commerciale, ma con il tempo diventa un “cult” minore. L’attore Johnny Depp parla di “cinema perfetto” ed il programma Entourage della rete HBO lo loda. Rourke afferma che è il suo film favorito, e sia la Hannah che Roberts lo hanno menzionato come un punto alto delle loro rispettive carriere. A metà degli anni ’80, Rourke si aggiudica dei ruoli di primo piano, diventando una stella di prima grandezza. La sua prova assieme a Kim Basinger nel controverso 9 settimane e ½, acclamato dal pubblico, e che presenta una sessualità patinata e lievemente trasgressiva, gli dà lo scettro del “sex symbol” mondiale. Successivamente la critica lo elogia per il suo lavoro nel film Barfly, dove interpreta il ruolo dello scrittore alcolizzato Charles Bukowski, e nel 1985 per il film L’anno del dragone, con regia di Michael Cimino e sceneggiatura di Oliver Stone.
Per parte della critica la sua migliore interpretazione è nel film di Alan Parker Angel Heart del 1987, nel quale fecero molto discutere, soprattutto l’opinione pubblica americana, le scene di sesso con l’attrice Lisa Bonet, interprete della celeberrima serie tv per famiglie I Robinson. Ad alcune critiche negli Stati Uniti, per questo e per altri ruoli sordidi, ribelli o dalla morale ambigua, fa da contraltare una buona considerazione della critica europea.
In questo periodo Rourke si esibisce anche con David Bowie nell’album Never Let Me Down, e scrive la sua prima sceneggiatura per Homeboy, una storia sul pugilato che lo vede tra i protagonisti. Nel 1991 è Harley Davidson in Harley Davidson & Marlboro Man (Harley Davidson and the Marlboro Man), che ha come coprotagonista la star della serie tv Miami Vice Don Johnson). Un successo prevedibile al botteghino americano e niente di più.
Nel 1992 sposa la supermodella Carré Otis, conosciuta sul set di Orchidea Selvaggia, e dopo una tormentata relazione divorzieranno nel 1998.

Collaborazioni
Durante la sua carriera, Mickey Rourke ha lavorato con alcuni tra i più famosi registi mondiali, includendo tra questi Steven Spielberg, Lawrence Kasdan, Francis Ford Coppola, Barry Levinson, Stuart Rosenberg, Nicholas Roeg, Michael Cimino, Adrian Lyne, Alan Parker, Mike Hodges, Barbet Schroeder, Walter Hill, Tsui Hark, Terrence Malick, Jonas Åkerlund, Wong Kar Wai, Tony Scott, Robert Rodriguez e John Madden, così come con attori diventati registi per un solo film, come Sean Penn, Vincent Gallo e Steve Buscemi. Inoltre, nel 2003, Mickey Rourke diede voce al personaggio “Jericho” nella terzo episodio della serie di “Driver”: Driv3r.

Filmografia (in neretto i film che vi consiglio)
• 1941: Allarme a Hollywood (1941) (1979)
• City in Fear (1980) (TV)
• Act of Love (1980) (TV)
• Fade to Black (1980)
• Rape and Marriage: The Rideout Case (1980) (TV)
• I cancelli del cielo (Heaven’s Gate) (1980)
Brivido caldo (Body Heat) (1981)
• A cena con gli amici (Diner) (1982)
Rusty il selvaggio (Rumble Fish) (1983)
• The Pope of Greenwich Village (1984)
• Eureka (1984)
L’anno del dragone (Year of the Dragon) (1985)
• 9 settimane e ½ (9½ Weeks) (1986)
Angel Heart (1987)
Una preghiera per morire (A Prayer for the Dying) (1987)
• Barfly (1987)
• Homeboy (1988)

• Johnny il bello (Johnny Handsome) (1989)
Francesco (1989)
• Orchidea Selvaggia (Wild Orchid) (1990)
• Ore disperate (Desperate Hours) (1990)
• Harley Davidson & Marlboro Man (Harley Davidson and the Marlboro Man) (1991)
• White Sands (1992)
• F.T.W. – Fuck The World (1994)
• The Last Outlaw (1994) (TV)
• Fall Time (1995)
• Uscita di sicurezza (Exit in Red) (1996)
• Bullet (1996)
• Double Team – Gioco di squadra (Double Team) (1997)
• Nove settimane e mezzo – la conclusione (Love in Paris) (1997)
• L’uomo della pioggia (The Rainmaker) (1997)
• Point Blank (1998)
• Buffalo ’66 (1998)
• Thicker Than Blood (1998) (TV)
• Thursday (1998)
• Shergar (1999)
• Out in Fifty (1999)
• Shades (1999)
• Animal Factory (2000)
• La vendetta di Carter (Get Carter) (2000)
• Invasion (They Crawl) (2001)
• La promessa (The Pledge) (2001)
• The Hire: The Follow (2001)
• Sola nella trappola (Picture Claire) (2001)
• Spun (2002)
• Masked and Anonymous (2003)
• C’era una volta in Messico (Once Upon a Time in Mexico) (2003)
• Man on Fire – Il fuoco della vendetta (Man on Fire) (2004)
• Sin City (2005)
• Domino (2005)
• Stormbreaker (2006)
• Killshot (2006)
• Sin City 2 (2007)
ab02sincity-marv.jpg

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.