1101061225_400.jpg
Il personaggio del 2006? Voi navigatori “Per aver preso le redini dei media globali”. Con questo verdetto, a sorpresa il mitico settimanale Time, ha eletto , come ogni dicembre, il suo “personaggio” dell’anno, dedicando la copertina a quanti «hanno contruibuito a far esplodere la democrazia digitale»
Usando Internet per diffondere parole, immagini e video, contribuendo al successo di siti come YouTube (comprato da Google il mese scorso per 1,65 miliardi di dollari – conta circa 100 milioni di pagine viste al giorno) o MySpace (130 milioni di utenti nel mondo e registra circa 300.000 nuovi membri al giorno).
“Per aver preso le redini dei media globali, per aver fondato e aver dato forma alla nuova democrazia digitale, per aver lavorato gratis e aver battuto i professionisti al loro stesso gioco, la Persona dell’Anno 2006 di Time siete voi”, scrive sulla rivista Lev Grossman. “Se voi scegliete un individuo dovete giustificare come questa persona ha influenzato milioni di altre persone – continua -. Ma scegliendo milioni di persone, come è accaduto quest’anno, non ci obbliga ad alcuna giustificazione”.
Sulla copertina di Time in edicola domani, c’è uno specchio (come i quadri che tanto andavano di moda negli 80’s nei negozi di souvenir di mezzo mondo e che vediamo anche nel Grande Lebowski quando il Drugo va a reclamare il suo tappeto nella casa del suo ricco omonimo) “perché riflette letteralmente l’idea che voi, non noi, state trasformando l’era dell’informazione”. Fuori gioco dalla prestigiosa nomina Mahmoud Ahmadinejad, il presidente cinese Hu Jintao, il leader nord coreano Kim Jong-il e James Baker, l’ex segretario di Stato Usa che ha guidato la commissione bipartitica denominata Gruppo di Studio sull’Iraq. It’s your Time, get your Time. domani, in tutte le edicole del mondo.

Per la gioia di disfattisti e complottisti, imperdibili i video che appaiono su YouTube imettendo time person of the year 2006. Decine di personaggi più o meno noti dicono la propria sulla decisione del prestigioso magazine, polemizzando o sostenendone la causa ma sempre con una buona dose di poco velata ironia…

23 thoughts on “IT’S YOUR TIME

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.