Immagine anteprima YouTube

Tre studenti della Film Academy di Ludwigsburg hanno realizzato uno spot in cui una Mercedes uccide un giovane Hitler. La casa automobilistica di Stoccarda prende le distanze dal video e questo, come spesso accade, prende il volo nell’olimpo dei supercliccati in Rete. Ma mettiamo la retro edentriamo nel merito della fazenda. A tre studenti della Film Academy di Ludwigsburg viene dato come argomento di esame la produzione di uno spot per la Mercedes. Obiettivo: “pompare” il sistema di frenata automatica come favolosa funzione di sensibilizzazione delle vetture verso l’ambiente circostante. Inequivocabili gli indizi per associare l’identità dello sventurato bimbo a quella di un giovane Führer (la madre che lo chiama per nome, il cartello Braunau am Inn, paese natìo del dittatore) ma uno li sovrasta tutti: il key frame finale col cadavere disposto secondo un ben noto “disegno” e il bel claim “Rivela i pericoli prima che accadano”.

hitler-mercedes

Comprendo e condivido il timore del costruttore di veder associata la propra stella con un brand universalmente ripudiato come la svastica ma non dimentichiamoci che Stoccarda non solo rifornì di mezzi i gerarchi e le truppe del Reich ma fu ben lieta di provvedere alla fornitura della stessa auto personale di Hitler (modello 770, recentemente venduta all’asta per una cifra ben poco naziosocialista). Se questo non è product placement…

Hitler_Nürnberg_1935

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.